Rimini, è caccia al branco di nordafricani che ha violentato una ragazza e picchiato il fidanzato

È caccia aperta al branco di nordafricani che ha violentato una 26enne polacca e picchiato e rapinato il suo ragazzo coetaneo sulla spiaggia di Rimini.
I quattro avrebbero anche violentato un trans peruviano, una volta allontanatosi dal luogo del primo reato.

Si tratterebbe di quattro nordafricani, magrebini.
Secondo il Giornale, “la polizia avrebbe già un impronta e le immagini dei quattro. Indizi che farebbero pensare al giro di spaccio e immigrazione clandestina”.

“Il traffico telefonico della zona, le impronte sui reperti, alcune testimonianze di chi bazzicava a Miramare quella notte e le immagini delle telecamere di sorveglianza che hanno ripreso la banda responsabile del doppio efferato crimine di venerdì scorso: il pestaggio e lo stupro ai due amici polacchi nel bagno 130 e la violenza con rapina alla trans sulla vicina Statale. E, naturalmente, i racconti delle vittime, in particolare della trans, e le loro indicazioni sui primi sospettati. Risultato dell’attività investigativa: la banda sarebbe composta da quattro giovani nordafricani e la pista, obbligata, è quella di chi è già conosciuto alle forze dell’ordine. La procura della repubblica di Rimini indaga in particolare negli ambienti degli spacciatori della riviera romagnola.” dice a riguardo il Corriere della Sera.