“Ho ripreso il cadavere per pagare i funerali”; parla la ragazza che aveva filmato la sorella morta in auto

Obdulia Sanches, 18enne di Stockton, in California, era uscita illesa dallincidente d’auto che lei stessa aveva provocato lo scorso mese di Luglio, in cui era rimasta tragicamente uccisa la sorella di 14 anni.

La notizia fece scalpore perché la ragazza aveva girato un video agghiacciante in cui spiegava le dinamiche dell’incidente, riprendendo altresì il corpo insanguinato della congiunta: “Ho ucciso mia sorella, ma non mi importa. Ho ucciso mia sorella. So che sto andando in prigione, ma non mi importa. Mi dispiace piccola“; queste le parole che si udivano nel filmato, in cui invitava anche la sorella a rivolgere un saluto alla telecamera.

L’orrendo video era poi stato postato sui social dall’amica che si trovava in auto insieme alle due.

Ebbene in queste ultime ore la ragazza avrebbe spiegato il perché del suo sciagurato atteggiamento: “Ho ripreso il cadavere di mia sorella per pagarle il funerale“, si è giustificata la poco più che maggiorenne californiana, che al momento dello schianto era alla guida dell’auto completamente ubriaca.

Per questo era stata arrestata con l’accusa di guida in stato di ebrezza, ora rischia fino a 13 anni di reclusione.

MDM