Salviniano di Foggia su duplice stupro di Rimini: “Alla Boldrini e alle donne del Pd quando accadrà?”

Commentando sul suo profilo Facebook il duplice stupro di gruppo occorso a Rimini sabato notte, il segretario cittadino di San Giovanni Rotondo (Fg), Saverio Siorini di “Noi con Salvini”, lo scorso 26 Agosto aveva scritto in un post: “Ma alla Boldrini e alle donne del Pd, quando dovrà succedere?”

Immediate sono arrivate le condanne e gli insulti al noto esponente della destra locale: “[…] tali parole, che prendendo solo come spunto un fatto di cronaca,contengono un’inaccettabile violenza verbale e oltrepassano il pur ampio ambito della libertà di espressione, indirizzandosi verso l’istigazione a delinquere, un reato. Quanto sono condivise, ci domandiamo, dalla comunità degli elettori e dai dirigenti del partito ‘Noi con Salvini’, sia locali che nazionali? Dal silenzio noi ne trarremo conferma. Questi siete voi, tali parole istigano alla violenza”, hanno replicato quelli del PD del circolo cittadino della località pugliese.

Per tutta risposta Siorini, che ha cercato maldestramente di sedare la disputa, ha postato un ulteriore messaggio che recita: “Capisco che il mio post è stato frainteso e anche strumentalizzato a favore di qualcuno, ma è tanta la rabbia per questa giovane donna stuprata, e il silenzio della Boldrini e di tutte le femministe ( che hanno preferito accanirsi su di me), che non ci ho visto più. Ovvio che non era mia intenzione augurare il male a nessuno, con questo non cambio idea : auguro una castrazione chimica a tutti gli stupratori e la rabbia del popolo a tutti i complici del PD“.

MDM