Bere caffè allunga la vita: lo conferma una nuova ricerca

Oltre che rappresentare un rituale irrinunciabile, principalmente nostrano, è stato reso noto che il caffè apporta numerosi benefici alla nostra salute.

Se consumato con parsimonia esso infatti facilita la digestione, stimola la funzionalità cardiaca e nervosa, favorisce il dimagrimento e ha proprietà antiossidanti e antiinfiammatorie.

Ma che il caffè fosse anche un “elisir di lunga vita” è cosa nuova e imprevedibile: “Bere quattro tazzine di caffè al giorno è associato ad un minore rischio di morte fino al 64%”.

Questo è quanto ha concluso un gruppo di ricercatori che ha presentato i risultati di un’indagine scientifica, condotta nell’ambito del “Progetto Seguimiento Universidad de Navarra (SUN), la scorsa Domenica al congresso ESC di Barcellona, la conferenza europea di cardiologia.

Avviato nel 1999 su 22.500 spagnoli, tutte persone di mezza età, lo studio ha indicato che i partecipanti al test che consumavano almeno quattro caffè al giorno avevano un rischio di mortalità inferiore del 64%, rispetto a coloro che ne consumavano meno o ai non bevitori.

La bevanda più amata degli italiani renderebbe dunque più longevi, indipendentemente dal metodo di preparazione e dalla scelta tra caffè normale e decaffeinato.

MDM