Oggi è la Giornata Internazionale contro i test nucleari, perchè è stata istituita?

test nucleari

Oltre settant’anni dopo il primo test missilistico nucleare, effettuato il 16 luglio 1945, si contano oltre duemila test nucleari. Per questo motivo, il 2 dicembre del 2009 l’Assemblea Generale dell’Onu ha istituito, per il 29 agosto di ogni anno, la Giornata Internazionale contro i test nucleari, ideata con l’obiettivo di promuoverne la cessazione così da rendere il mondo più sicuro; nella fattispecie la finalità delle Nazioni Unite era quella di sensibilizzare a maggiori sforzi “per porre fine ai test nucleari e sventarne così gli effetti devastanti sulle vite della gente”. Diversi Paesi al mondo considerano però questo tipo di test come il segnale di una forte innovazione scientifica e militare, trascurando però i devastanti effetti non solo nell’immediato ma nel medio e lungo periodo, sia per quanto riguarda le vite umane che lo stato di salute dell’ambiente.

 

La prima esplosione nucleare avvenne ad una distanza di circa 340 km a sud di Los Alamos sulle pianure dell’Alamogordo Bombing Range in New Mexico: in quella che venne rinominata la “Jornada del muerto” (Giorno dei morti) venne testato un dispositivo di implosione al plutonio, con una deflagrazione che rilasciò più di 18 chilotoni di potenza sollevando una torre alta quasi 46 metri, un’arma potenzialmente devastante, come venne poi concretamente dimostrato in seguito, sganciando le bombe atomiche sulle città di Hiroshima e Nagasaki, in Giappone.

 

Dal 2009 ad oggi diverse iniziative sono state organizzate in occasione della Giornata Internazionale contro i test nucleari, dalle conferenze agli eventi, dai simposi alle letture accademiche; appuntamenti che sono andati aumentando a partire dal 2014 quando l’Assemblea generale delle Nazioni unite ha istituito, per il 26 settembre, La Giornata Internazionale per la totale eliminazione dei missili nucleari, nella speranza che si possano completamente eliminare il prima possibile, e arrivare , un giorno, ad una cessazione totale dei test e dell’utilizzo dei missili. In ultimo una curiosità sulla scelta del 29 agosto, giorno nel quale, nel 1991, venne chiuso il Poligono nucleare di Semipalatinsk in Kazakistan.

Daniele Orlandi

Notizie Correlate

Commenta