India, l’ospedale degli orrori: 61 bimbi morti nelle ultime 72 ore

Una vera e propria strage di bimbi quella in corso in un ospedale in India. E’ salito a 61 il numero dei piccoli morti nelle ultime 72 ore. La maggior parte di loro sono neonati.

Il tutto sta avvenendo nell’ospedale Baba Raghav Das di Gorakhpur, che è lo stesso dove all’inizio del mese di Agosto, nel giro di una sola settimana, erano deceduti altri 70 bimbi. Allora era stata data come motivazione la mancanza di ossigeno.

Stavolta, come sostenuto da fonti sanitarie e ripreso da diverse testate locali, almeno sette dei 61 bimbi avrebbero perso la vita a causa di un’encefalite. Tutti gli altri sarebbero morti per altre malattie.

“Stiamo ricevendo molti pazienti da Uttar Pradesh orientale, Bihar e Nepal che sono Stati colpiti da una forte ondata di maltempo legata al monsone stagionale, e questo porta ad un possibile aumento del numero dei decessi”: sono le parole di un medico addetto al reparto di pediatria che si occupa di encefalite, che ha chiaramente spiegato ai media come il peggioramento delle condizioni atmosferiche sia un fattore che tende ad aggravare una situazione già di per sè molto pesante.

Dall’inizio dell’anno, nell’ospedale Baba Raghav Das di Gorakhpur sono morti ben 1.250 bambini per encefalite e nel reparto di rianimazione neonatale. Nella giornata di martedì il direttore del plesso e sua moglie sono stati arrestati.