Nuova violenza sessuale a Rimini: fermato un marocchino, indagini in corso

violenza sessuale riminiNuovo caso, dai contorni ancora da accertare e comunque da verificare, di violenza sessuale sulle spiagge di Rimini. Sarebbe accaduto la scorsa notte, intorno alle 5.30, sul lungomare di Marina Centro: un 40enne avrebbe chiamato i Carabinieri dicendo che la compagna era vittima di un’aggressione a sfondo sessuale. Le forze dell’ordine sono giunte sul posto in pochi minuti fermando un uomo, un marocchino di 34 anni, che sarebbe stato colto in flagrante, peraltro completamente nudo, mentre cercava di portare a termine le violenze; pur sotto l’effetto dell’alcol dopo una serata trascorsa in un locale insieme alla fidanzata infatti, il 40enne di Parma è riuscito ad indicare ai militari la posizione esatta ddel luogo nel quale si stava consumando la violenza, permettendo alle pattuglie di trovarlo in breve tempo.

 

Secondo la successiva ricostruzione, il marocchino si sarebbe avvicinato alla coppia prendendo il cellulare della donna e intimandole, per poterlo riavere, di seguirlo in spiaggia; qui, le ha detto di concedersi a lui e che solo in seguito glielo avrebbe restituito. Il compagno ha telefonato ai Carabinieri che sono riusciti a coglierlo sul fatto.

 

Il 34enne arrestato deve ora rispondere delle accuse di estorsione e stupro. Alcune ore fa la vicenda non aveva ancora contorni chiari e sembrava che due persone si stessero scambiando effusioni consensuali: resta il fatto che, quanto accaduto a Rimini alcuni giorni fa (il branco non è stato ancora catturato) rischia di generare una vera e propria psicosi collettiva o, ancor peggior, possibili casi di emulazione.

Daniele Orlandi