Vent’anni dopo il soccorritore di Lady D svela le sue ultime parole

Oggi si celebra il ventennale del tragico incidente che ha causato la morte di Lady Diana. In Inghilterra la sua figura è un’icona ed ancora oggi c’è chi si chiede se dietro a quel terrificante incidente non ci fosse qualcosa dietro. L’affetto incondizionato che i sudditi della regina provano nei confronti di Lady D è dovuto sopratutto alla sua natura umile e gentile, l’ex moglie di Carlo d’Inghilterra infatti era dedita al volontariato e non indulgeva mai in comportamenti altezzosi.

Per ricordare la figura gentile della principessa,  durante la puntata mattutina di ‘Good Morning Britain‘ è stato intervistato Xavier Gourmelon, vigile del fuoco che per primo l’ha soccorsa e l’unico che ha sentito le sue ultime parole. Il vigile racconta di essere entrato nel tunnel e di aver trovato una donna bionda priva di sensi (Gourmelon ha spiegato che né lui né i suoi colleghi l’avevano riconosciuta). Quindi, mentre cercava di ascoltare il battito, Lady D è rinvenuta e gli ha detto: “Oh mio Dio, cos’è successo?”, quindi ha aggiunto che si sentiva “Un po’ agitata”, Gourmelon ha cercato di tranquillizzarla e quando ci è riuscito lei è svenuta nuovamente.

Subito dopo il vigile insieme ai colleghi hanno estratto la principessa dall’auto e l’hanno posta su una barella, il medico ha detto loro che stava subendo un arresto cardiaco, quindi le hanno fatto un’iniezione di adrenalina che le ha fatto riprendere conoscenza per qualche istante, il resto è una storia tristemente nota. Concluso il racconto di quegli attimi, viene chiesto al soccorritore se ci fossero paparazzi o individui strani nei pressi dell’incidente e questo risponde: “Quando siamo arrivati non c’era nessuno nei pressi della macchina. Dal nostro punto di vista è stato un normale lavoro da vigili del fuoco”.

F.S.