Lago di Garda, tre scosse di terremoto in pochi minuti: la più forte di 3.4

Tanta paura ma nessun danno sul lago di Garda, dove questa mattina le popolazioni dei diversi centri abitati hanno avvertito nettamente tre scosse di terremoto che hanno suscitato ansia e preoccupazione.

I tre eventi sismici, registrati dall’Istituto di Geofisica e Vulcanologia (INGV) che ha sede a Desenzano sul Garda, si sono verificati nel giro di pochi minuti tra i comuni di Tignale e Gargnano. Erano da poco passate le 11 di questa mattina. La prima e più intensa è stata registrata alle 11.15 a Tignale, con una Magnitudo di 3.4 e profondità di 3 km, mentre le due successive hanno avuto per epicentro Gargnano (alle 11.18 e 11.22) e rispettivamente Magnitudo pari a 2.3 e 2.2, per una profondità compresa tra i 5 e i 4 km.

Stando a quanto riferito dalle testate locali, non vi è notizia di danni a persone o cose.

Ad aver avvertito le tre scosse di terremoto anche numerosi turisti che in mattinata si sono riversati sull’Alto Garda in occasione del Trofeo Velistico Gorla, che anticipa di sette giorni la Centomiglia.

Le rive del lago di Garda sono state spesso interessate da eventi sismici nel corso dei secoli, anche di una certa intensità. L’ultimo risale a 13 anni fa, quando un sisma di magnitudo 5.3 provocò diversi danni e circa 2000 sfollati.