Torino, senatore grillino discute con gli spacciatori nordafricani: picchiato e rapinato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:27

Notte terribile per un senatore del Movimento 5 Stelle, Alberto Airola, 47 anni, che è stato aggredito e malmenato da due pusher nordafricani sotto la propria casa a Barriera di Milano, Torino. L’uomo è stato medicato e quindi dimesso nella prima mattina di oggi, 4 settembre. La dinamica dell’aggressione ad Airola non è ancora molto chiara.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti l’uomo avrebbe discusso con alcuni pusher attorno all’una e mezzo di notte, in via Cremona, nella zona Aurora di Barriera di Milano, a Torino. Il senatore è stato preso a pugni da due nordafricani che sono scappati, portandogli via il cellulare.
Airola si sarebbe avvicinato per parlare con i due spacciatori, i tre hanno discusso e dopo Airola è stato picchiato e rapinato del telefono.

Il sindaco di Torino, Chiara Appendino, ha espresso solidarietà al senatore. “Forza Alberto Airola, servi in piedi ed energico che le battaglie da combattere sono ancora molte”. I capigruppo di Camera e Senato hanno detto: “Il Movimento 5 Stelle esprime la propria solidarietà e vicinanza all’amico e portavoce al Senato Alberto Airola, che questa notte a Torino, rientrando a casa, è stato aggredito e rapinato. Forza Alberto ti aspettiamo presto!”. Solidarietà  al senatore a cinque stelle anche da parte del Pd.

Roversi MG.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!