21enne rapinata, le massacrano la faccia e le sfondano il naso per 5 euro: arrestati 2 giovani

Una ragazza di 21 anni di Tovaianica è stata letteralmente massacrata a pugni da due ragazzi stranieri mentre tornava a casa, dopo aver chiuso il negozio dove lavorava come commessa. Due stranieri l’hanno aggredita alle spalle, l’hanno spinta a terra e l’hanno massacrata a forza di pugni in faccia anche quando la giovane si trovava stesa senza poter reagire. La ragazza, Laura, che fa la commessa in un negozio in centro a Torvaianica, come ogni sera aveva chiuso il negozio e stava rincasando.

Aveva appena superato via Zara, stava parlando al telefono quando si rende conto che un ragazzo con la felpa rossa la seguiva. A quel punto è stata colpita alle spalle da un ragazzo che le si è messo di fronte e le ha sferrato un pugno in faccia.
Non pago, il ragazzo aha gettata a terra ed ha continuato a tempestare di pugni la faccia della 21enne, spaccandole il naso e deformandone zigome e fronte. Solamente i denti si sono slavati. Dopo i due le hanno portato via la borsetta della giovane: dentro, c’erano solo 5 euro. 

La ragazza è stata portata alla clinica Sant’Anna e poi al San Camillo di Roma per l’intervento di ricostruzione maxillo facciale. Laura è rimasta in pericolo di vita fino a mezzanotte di sabato: i medici avevano paura che il versamento ematico in testa a causa dei pugni potesse essere più grave del previsto. Tuttavia poi la situazione si è stabilizzata. Laura ha rischiato la vita; ora ha una prognosi di 50 giorni per frattura del setto nasale, e sarà difficile guarire dalle ferite psichici e psicologiche dell’ennesima violenza selvaggia.
I due rapinatori sono stati arrestati: sono due romeni di 18 e 23 anni ed erano già noti alle forze dell’ordine.

Roversi MG.