Un recente studio rivela qual è l’età giusta per sposarsi e avere un matrimonio duraturo

Quasi tutti, pensando alle proprie future nozze, le collocano in un lasso temporale preciso dipendente dalle variabili della vita, come lavoro, stabilità economica, sicurezza in una relazione. Ma le opinioni su quale sia l’età giusta per convolare a nozze si dividono, e gli studi passati sull’argomento sono giunti a risultati più o meno contrastanti.

Oggi viene demolita l’opinione più consolidata che “più grandi ci si sposa, meno rischi di rottura ci sono”, visti i molti insuccessi delle coppie giovani e giovanissime.

Una recente ricerca condotta all’Università dello stato americano dello Utah, basata sull’analisi dei dati raccolti dal National Survey of Family Growth (NSFG) dal 2006 al 2013, ha dimostrato che, per aumentare le possibilità di un matrimonio felice e duraturo, ci si dovrebbe effettivamente sposare fra i 28 e i 32 anni.

Il team di ricercatori guidato da Nick Wolfinger ritiene infatti che prima dei 28 anni si è troppo immaturi ed instabili, ma se si aspetta troppo si diventa troppo esigenti, ed è difficile rimanere soddisfatti a lungo in una relazione.

Wolfinger afferma che la regola dell’età d’oro 28-32 è valida indipendentemente dal contesto geografico e sociologico:

“Questi risultati sono applicabili anche dopo aver controllato il sesso, la razza, la struttura familiare, l’età al momento dell’indagine, l’istruzione, la religione, la frequenza religiosa e la storia sessuale, nonché la dimensione dell’area metropolitana in cui si vive”.

Tuttavia, pare che l’età più diffusa per convolare a nozze sia appena fuori da questa “zona d’oro”: 33 anni per le donne, 34 per gli uomini.

M.Valentina Colasuonno

Notizie Correlate

Commenta