Caso Noemi Durini, i genitori del reo confesso scoprono tutto dalla televisione- VIDEO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:08

 

 

 

 

 

 

 

 

Noemi Durini (16 anni) è l’ultima, giovanissima vittima che ha subìto la violenza omicida di qualcuno che sosteneva d’amarla. A toglierle la vita l’altrettanto giovanissimo fidanzato, L. M. (17 anni), che ha confessato di averla uccisa e di aver occultato il corpo (forse insieme all’aiuto del padre). Il giovane si sarebbe difeso asserendo che Noemi lo stava istigando ad uccidere i suoi genitori.

Della ragazza, originaria di Specchia (in provincia di Lecce), non si avevano più notizie dal 3 settembre scorso. La svolta sul suo caso è arrivata mercoledì, quando il suo corpo è stato ritrovato in una zona campagnola di San Giuseppe di Castrignano del Capo, vicino a Santa Maria di Leuca. Ad indirizzare gli inquirenti sul luogo del macabro ritrovamento è stato lo stesso L. M., che ha confessato tutte le sue colpe.

Di questa confessione  nulla sapevano i suoi genitori che- mentre il figlio si trovava in caserma e veniva interrogato- rilasciavano un’intervista a Paola Grauso, poi andata in onda nel corso della puntata di “Chi l’ha visto?” di ieri sera. Nel corso dell’intervista, il padre del ragazzo omicida ha buttato pesanti ombre sulla figura di Noemi, descrivendola come una ragazza non di sani principi., e che avrebbe circuito il figlio con il quale non aveva una relazione serena.

L’intervista ha poi catturato anche il momento in cui i due sono venuti a sapere  che il figlio aveva confessato l’omicidio. Paola Grauso ha comunicato loro che Noemi era stata ritrovata: i due hanno prima esultato, ma quando hanno saputo che non c’erano più speranze si sono lasciati andare ad urla di disperazione. “Siamo morti adesso. Morti.” è stato l’urlo conclusivo della madre. Ma non è ancora finita, perchè a quanto sembra il padre di L.M. dovrà rispondere dell’accusa di omicidio volontario in concorso col figlio.

Intanto, emergono altri aspetti inquietanti che fanno comprendere come quella di Noemi sia stata una tragedia che aspettava solo di compiersi. Chi conosce il suo omicida asserisce, infatti, che si tratta di una persona violenta, tra l’altro sottoposta a tre TSO a causa di abuso di stupefacenti. Ancora a “Chi l’ha visto?” è stato mandato in onda un video che lo ritrae mentre spacca i vetri di una macchina, durante un presunto incontro con dei parenti di Noemi che l’avrebbero aggredito. Il giovane, preso in custodia dai carabinieri, ha rischiato il linciaggio della folla per dei suoi gesti e de suoi sguardi di sfida.

Maria Mento