Carlos Muñoz Portal, morto in Messico uomo della produzione della serie “Narcos”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:34

 

 

 

 

 

 

 

La famosa serie televisiva “Narcos”, incentrata appunto sul tema del narcotraffico e mandata in onda da Netflix, ha perso uno degli uomini del suo entourage. Carlos Muñoz Portal, di anni 37, è stato ucciso mentre si trovava in Messico. Stava lavorando insieme al resto dello staff della serie per capire se la quarta stagione di “Narcos” possa essere ambientata proprio in questo Paese.

Le notizie che riguardano la morte di Carlos Muñoz Portal sono arrivate come un fulmine a ciel sereno e pertanto sono ancora scarne di dettagli. Quello che si sa è che il suo corpo è stato rinvenuto in una zona pericolosa, al confine con lo stato di Hidalgo, nella città di San Bartolo Actopan. L’uomo è stato freddato con dei colpi di arma da fuoco e stando alle prime notizie ufficiali non ci sarebbero testimoni.

Carlos Muñoz Portal aveva lavorato per diverse produzioni cinematografiche, tra cui quelle di “Apocalypto” e “Spectre”, e Netflix ha ufficializzato la triste vicenda pubblicando un comunicato di condoglianze rivolto alla famiglia. Questo tragico evento getta pesanti ombre anche sull’ambientazione futura della serie; è possibile, infatti, che la produzione decida di lasciare il Messico e tornare a girare le puntate di “Narcos” in Colombia.

Maria Mento