“Il mondo fa schifo”. 12enne si getta dalla finestra: non sopportava la separazione dei genitori

Tragedia a Genova, dove una ragazzina di 11 anni (ne avrebbe compiuti 12 a novembre) si è gettata dalla finestra del paese dell’entroterra di Genova dove viveva, a Campomorone, morendo sul colpo. La ragazzina si sarebbe tolta la vita perché soffriva troppo per la separazione dei genitori: una sofferenza sorda e cieca covata da anni (i suoi erano separati ormai da quattro anni).

La ragazzina era da sola in casa quando ha compiuto l’insano gesto. Tutto è avvenuto nell’arco di pochi istanti: la mamma, infermeria, è al lavoro, il fratello più grande anche. Lei ha registrato un audio sul telefono: “La vita fa schifo, salutatemi i miei compagni”. Poi ha scritto su un foglietto di carta il pin per lo sblocco del cellulare e li lascia sul comodino, poi si getta dalla finestra.
La ragazzina aveva da poco iniziato la seconda media. Non aveva mai parlato di quello che era successo con nessuno, né della sua sofferenza. In silenzio si era consumata per anni fino alla tragedia finale.

Il povero corpo della ragazzina è stato notato da un passante, che ha subito allertato l’ambulanza: purtroppo all’arrivo dei soccorsi la ragazzina era già morta.
I carabinieri stanno indagando ed hanno sentito familiari ed amici. Non sembra che nella vita della ragazzina ci fossero bulli o sopraffazioni: forse il trauma silenzioso della separazione dei genitori, e chissà quante altre cose che non ha fatto in tempo a dire.

Roversi MG.