Corea del Nord, terremoto 3.4: per la Cina evento “sospetto”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:42

Ancora un sisma in Corea del Nord, anche se di proporzioni nettamente inferiori a quelli di qualche settimana fa. Anche in questo caso, però, persiste il forte sospetto che si tratti di un terremoto causato dagli esperimenti nucleari nordcoreani: un’ipotesi rafforzata dal fatto che l’area colpita è la stessa dello scorso 3 settembre, quando si registrò un sisma molto simile rivelatosi poi l’effetto di un test nucleare di Pyongyang.

La scossa di terremoto, registrata alle 8:30 ora locale, è stata di magnitudo 3.4 ed è stata rilevata nella regione di Kilju, e precisamente nella provincia settentrionale di Hamgyong. A riferirlo è il servizio meteorologico sud coreano, con la notizia che è stata poi rilanciata dall’agenzia Nuova Cina. Per la China Hearthquake Administration, l’evento sismico è da ritenersi “sospetto”.

Al momento, il sisma è al vaglio delle agenzie meteorologiche, che stanno cercando di capire se anche in questo caso c’entrino i test nucleari di Pyongyang. Se questa tesi venisse confermata, si tratterebbe dell’ennesima provocazione di Kim Jong-un, dopo gli scambi al vetriolo con il presidente USA, Donald Trump, definito “un folle” dallo stesso leader della Corea del Nord. In tutta risposta, il tycoon ha dichiarato all’Assemblea Generale dell’Onu che in caso di attacco “la Corea del Nord verrà distrutta”.