Morbillo, quarto decesso nel 2017: morto un 42enne

Per mesi tutta l’Italia ha vissuto nella paura della meningite, con i tanti casi che hanno interessato praticamente ogni angolo del Paese. Adesso l’incubo non è tanto il meningococco, quanto il prepotente ritorno del morbillo che è tornato a fare anche delle vittime.

L’ultima, in ordine di tempo, è un uomo di 42 anni che è risultato non vaccinato e immunodepresso (pertanto impossibilitato al vaccino). Il caso è stato notificato dalla ASL di Catania il 20 settembre. A renderlo noto è il bollettino settimanale del Ministero della Salute. L’uomo ha avuto i primi sintomi l’8 settembre, mentre il 10 settembre si è presentato l’esantema. Gli esami specifici hanno poi confermato la diagnosi di morbillo (PCR positiva).

Quello del 42enne è il quarto decesso per morbillo dall’inizio di quest’anno, a fronte di 4575 casi in tutto il 2017: una netta crescita rispetto al 2016, quando i casi erano stati 800.

Come riferito sempre dal bollettino settimanale, l’88% dei contagiati non era vaccinato e il 6% è vaccinato con una sola dose. Il 44% è finito in ospedale, il 35% con almeno una complicanza e il 22% in pronto soccorso.

La ministra della Salute, Beatrice Lorenzin, ha commentato la vicenda: “È incredibile commentare ancora queste notizie di morti di morbillo in seguito alla scelta di non vaccinarsi”.