La moglie fugge in Messico e porta con sé il bambino di 4 anni: l’appello disperato del papà

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:25

Luigi Mengucci, 38enne che vive a Pesaro, è disperato. Chiede aiuto, non sa che fare: la moglie, la donna messicana che aveva amato e che gli aveva dato un figlio, è fuggita in Messico portando con sé il loro bambino.

Maria de Montserrat, ‘Montse’, come la chiamava lui, è fuggita all’estero rapendo il loro bambino. La donna si era conosciuta con Mengucci nel 2006 e nel 2009 i due si erano sposati. Era nato Gael, un vero e proprio angioletto dai capelli ricci, oggi di 4 anni. Ma lei è sparita nel nulla, tornata nel suo Paese natale e lui non sa più che cosa fare per poter rintracciare suo figlio.

Luigi Mengucci denuncia questa violenza nei suoi confronti: “Non mi ci fa nemmeno parlare per telefono. Anzi, non so nemmeno dove lo tiene. Pensate che quando Città del Messico è stata sconvolta dal terremoto, per sapere come stava mi sono dovuto rivolgere al console italiano che, solo dopo mille chiamate, è riuscito a ricevere rassicurazioni dall’avvocato di lei, tranquillizzandomi” ha raccontato alla stampa, cercando un appoggio nella sua battaglia per ritrovare il suo bambino.
La donna, secondo Mengucci, l’avrebbe pesantemente ricattato: “Mi ha chiesto 85mila euro per vedere mio figlio, due volte l’anno e solo in terra messicana”.

Roversi MG.