Adolescente schiacciato da un bilanciere di 98 Kg: morto dopo 3 giorni di agonia

schiacciato da bilanciere
schiacciato da bilanciere

Morire a 15 anni durante una sessione di pesi in palestra. E’ l’amaro destino di un adolescente, Ben Shaw, schiacciato da un bilanciere da 98 Kg che lo ha colpito sul collo, uccidendolo. E’ stato un altro utente della palestra Pine Rivers PCYC di Brisbane, in Australia, a trovare il giovane senza vita e rimuovere subito il peso mentre due membri del personale hanno eseguito le manovre di primo soccorso fino all’arrivo dei paramedici. I soccorritori hanno cercato di tenerlo in vita ma in ospedale è arrivato in condizioni gravissime ed è morto dopo tre giorni di agonia.

 

Purtroppo infatti non solo la pesantissima barra è caduta sul collo del ragazzo, ma Ben è rimasto intrappolato per ben 30 minuti prima che qualcuno si accorrgesse di quanto gli stava accadendo. Appassionato di rugby, è stato proprio il suo club, il Pine Central Holy Spirit Hornets a confermare il suo decesso con un messaggio postato su Facebook. La moglie dell’uomo che ha trovato per primo il ragazzo ha raccontato quanto vissuto dal marito: “quando è arrivato in palestra non c’era nessuno in giro, stava per iniziare l’allenamento quando si è accorto del quindicenne sdraiato su una panca con un bilanciere molto pesante sul collo. L’ha afferrata gridando subito aiuto“. Sull’incidente è stata avviata un’indagine da parte delle autorità locali per capire perchè il 15enne non avesse assistenza, necessaria per gli allenamenti alla panca.

Daniele Orlandi