Ex stella di Hollywood e della NFL è stata rilasciata dopo 9 anni di carcere

Uno dei più grandi giocatori della storia del football americano, nonché attore di Hollywood, O. J. Simpson è stato rilasciato stamane dopo aver scontato una pena di 9 anni per rapina a mano armata all’interno del carcere di Las Vegas.

L’uomo, dopo essere stato un’icona della NFL negli anni ’70, divenne famoso anche sul grande schermo per aver interpretato l’agente Nordberg nella serie de “Una pallottola spuntata“. Insieme alla fama di grande giocatore di football e attore di Hollywood, O. J. è stato su tutti i giornali durante il Giugno del 1994 quando fu accusato dell’omicidio della moglie, Nicole Brown, e dell’amico Ronald Lyle Goldman; al termine di un processo molto controverso fu infine dichiarato innocente nel 1995.

Il 16 Settembre del 2007 però, O. J. e altri quattro suoi amici sono stati arrestati per furto con scasso, durante una rapina avvenuta in una camera d’albergo a Las Vegas. Simpson infatti ammetterà in seguito di aver rubato alcuni “cimeli” che gli appartenevano e che gli furono sottratti ma negò sempre l’utilizzo di una pistola nel compimento del furto; durante il processo fu smentito però dalla confessione da uno dei suoi amici che portò la condanna a 33 anni di carcere.

Dopo 9 anni di carcere, l’ex giocatore e attore è stato fatto uscire di prigione durante questa notte, per evitare l’attenzione dei media, e adesso dovrà scontare gli anni rimanenti in libertà vigilata.

Mario Barba