Gli esplode tra le mani un ordigno bellico, 77enne in gravissime condizioni

Era il suo hobby preferito, e anche questa volta si stava dilettando nello scoprire tutti i particolari di quell’oggetto. Ma stavolta le cose sono finite tragicamente.

Un settantasettenne di Piovene Rocchette, in provincia di Vicenza, è ridotto in condizioni gravissime all’ospedale della città veneta, dove è stato trasferito con urgenza. L’anziano ha le gambe praticamente maciullate in seguito allo scoppio di un ordigno bellico della Prima Guerra Mondiale.

L’uomo, come spesso aveva fatto in passato, ha utilizzato una mola per armeggiare sull’oggetto, dato che era un appassionato di reperti della guerra. In casa ne possedeva diversi. Questa volta il 77enne si stava concentrando su una bomba granata da 75mm di un secolo fa, quando ad un certo punto, verso le 13, l’ordigno è esploso.

Il boato è stato avvertito nettamente dai vicini di casa, che unitamente ai familiari hanno immediatamente allertato le forze dell’ordine. Giunti sul posto, carabinieri, vigili del fuoco e operatori sanitari si sono subito resi conto che le condizioni dell’uomo erano gravissime: oltre alla distruzione degli arti inferiori, il 77enne ha riportato ferite serie anche sul resto del corpo, tanto che si troverebbe in pericolo di vita. Gli artificieri di Padova hanno provveduto al disinnesco dell’ordigno e al sequestro di quanto ancora l’uomo deteneva in casa.