Momenti di panico durante una visita guidata sul Tevere

Una visita guidata lungo il Tevere stava per trasformarsi in tragedia per gli oltre 70 turisti (italiani e stranieri) a bordo del battello Ciclone.

E’ stato proprio grazie alla segnalazione di uno dei turisti che ha avvertito il guidatore del battello a sventare una possibile tragedia; un uomo infatti si è accorto in tempo che il battello stava imbarcando acqua e così sono stati subito chiamati i soccorsi, tra cui la Polizia Fluviale, Vigili del Fuoco e 118.

Il battello che viaggiava sul Tevere, all’altezza di viale della Civiltà, stava cominciando a piegarsi da un lato rischiando di affondare ma una pronta manovra del comandante ha permesso l’approdo sul lato destro, all’altezza del viadotto della Magliana, permettendo a tutti i passeggeri di guadagnare la terra ferma.

Nessuno è rimasto ferito e solo una donna è stata soccorsa dal personale medico a causa del forte spavento.

I vigili del fuoco hanno iniziato la messa in sicurezza del battello che adesso si trova a circa 2 metri e mezzo dall’argine mentre le operazioni di recupero del mezzo verranno effettuate il prima possibile per accertarsi soprattutto delle cause che hanno portato il battello ad affondare.

Mario Barba