Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Dottoressa stuprata durante il turno, giudice: non fu violenza sessuale ma infortunio sul lavoro

CONDIVIDI

Una decisione scioccante quella del giudice che ha stabilito che lo stupro subito da una dottoressa durante il turno di lavoro non fu violenza sessuale ma ‘incidente sul lavoro’. Il fatto era avvenuto qualche settimana fa a Trecastagni, provincia di Catania. La donna, che si trovava di turno alla guardia medica, era stata avvicinata da un 26enne del suo stesso paese con la scusa che non si sentiva bene. Una volta nell’ufficio, l’uomo l’aveva violentata.

Ma il giudice considera la violenza sessuale come incidente sul lavoro. 
La dottoressa si è ribellata: “Le istituzioni non hanno semplicemente lasciato sola me, mettendomi in pericolo e poi umiliandomi quando la mia aggressione è stata derubricata a infortunio sul lavoro. Il sistema rischia di travolgere la nostra intera professione. Siamo tutti vittime: a questo gli Ordini devono opporsi” ha dichiarato.

In una intervista a Repubblica, la dottoressa ha sfogato tutta la sua rabbia avverso le istituzioni: “Sono stata violentata anche dalle istituzioni. Il sangue mi ribolle nelle vene come la lava dell’Etna, sono arrabbiata per quello che mi è successo, ma non solo per le violenze subite” ha dichiarato la donna.
“Incredibile ma vero: per l’azienda sono stata vittima di un infortunio. Ma mi chiedo: può essere considerato un infortunio il mio?”.

Roversi MG.