Potenza, 13enne spara per sbaglio un colpo dal fucile da caccia del padre ed uccide la nonna

Tragedia a Teana, un piccolo centro in provincia di Potenza, dove ieri si è consumato un tragico incidente. Un ragazzino di 13 anni ha per sbaglio fatto partire un colpo di fucile che ha colpito ed ucciso la nonna, di 67 anni. Il fucile appartiene al padre del 13enne che era da poco tornato da una battuta di caccia. Il fatto è avvenuto ieri sera nella casa della donna.

Secondo una prima ricostruzione, tornato il padre dalla caccia, il 13enne ha preso la carabina ed ha cominciato ad armeggiare con essa, quando per sbaglio è stato esploso uno sparo che ha colpito l’anziana proprio alla testa. Per la donna, Maria Antonia Rondinelli, nulla da fare: è morta sul colpo. Sul luogo si sono recati immediatamente i sanitari del 118, che però non hanno potuto fare altro che constatare la morte dell’anziana donna.

Sul terribile episodio stanno indagando i carabinieri della Compagnia di Senise e del Comando provinciale di Potenza che hanno posto sotto sequestro l’arma legalmente detenuta dal padre del minore.
La salma della vittima è stata portata all’ospedale di Lagonegro in attesa delle decisioni dell’autorità giudiziaria. L’arma e la casa dove l’incidente è avvenuto sono state sequestrate. La comunità di Teana è sotto choc per quanto avvenuto.

Roversi MG.