Parentopoli alla Camera: sottosegretario ‘fece assumere figlio, che non venne mai a lavorare”

Lui, lei, lui, e lo scandalo delle Iene. Alla Camera dei Deputati è esploso il caos e lo scandalo dopo che una ragazza stagista e tifa di lavorare gratuitamente ha fatto saltare l’ennesima parentopoli.
I protagonisti del caso sono Mario Caruso, deputato centrista, Domenico Rossi, ancheh’egli deputato centrista e sottosegretario alla difesa, Fabrizio Rossi, figlio di Domenico e (almeno in teoria) collaboratore parlamentare di Mario Caruso, e una stagista che in teoria non dovrebbe esistere sulla carta: ma che nella realtà è l’unica collaboratrice di Caruso.
Le Iene hanno catturato la testimonianza della stagista di Caruso, che ha lavorato gratis per lui per un anno e mezzo.

La denuncia della ragazza è che Fabrizio Rossi, figlio di Domenico e in teoria vero collaboratore di Caruso, non si è mai fatto vedere al lavoro ma percepisce lo stipendio. Ha un incarico fantasma, regolarmente retribuito, ma in realtà a lavoro ci va solamente la stagista. Che, stufa di essere un fantasma e di lavorare gratis, ha fatto scoppiare la bomba.
Mario Caruso, secondo la stagista, essendo collega di Rossi ha assunto il figlio del collega, Fabrizio Rossi, per fargli un favore. Ma Fabrizio Rossi al lavoro non si presenterebbe mai.

Le prime conseguenze del video sono che Domenico Rossi ha rimesso la delega di sottosegretario alla Difesa: ha però annunciato di voler far causa per difendere ‘il proprio nome e quello del figlio’ ed ha anche rassicurato di ‘aver assunto il figlio di Rossi solo dopo una attenta valutazione delle sue capacità’.
Ma la testimonianza-bomba della ragazza non finisce qui: lei ha anche denunciato che il deputato Caruso le avrebbe fatto delle avances, che sono state respinte.
Insomma, una parentopoli in piena regola.

Roversi MG.