Abusò per anni di un bambino: arresti domiciliari per un 78enne di Foggia. Cibo e denaro in cambio dei rapporti

Per anni aveva abusato sessualmente di un bimbo di 7 anni, costringendolo ad avere rapporti con lui minacciandolo che altrimenti ‘sarebbero stati guai’. Come ‘corrispettivo’ dava anche alla vittima delle piccole somme di denaro, oppure leccornie, brioche, approfittando del fatto che il bambino provenisse da una famiglia povera e in uno stato di degrado e disagio socio-economico. Infatti i genitori del bambino erano affetti da problemi di alcolismo, e sono in condizioni economiche molto precarie.

L’uomo di 78 anni di Foggia è stato messo agli arresti domiciliari da agenti della Squadra Mobile su disposizione del gip del tribunale di Bari. Ora deve rispondere dei reati di violenza sessuale aggravata e continuata, di atti sessuali con minorenne, e corruzione di minorenne. Secondo la ricostruzione delle indagini, gli abusi sessuali si sarebbero svolti nella casa del 78enne.

Proprio a causa del disagio familiare, il minorenne è stato collocato in una casa famiglia nel 2013. Fino al suo collocamento in comunità e durante i rientri in famiglia, il 78enne ha continuato ad abusare del bambino. Non è stato facile per gli agenti e gli psicologi conquistare la fiducia del piccolo e carpire che cosa il 78enne avesse fatto per tutto quel tempo: il quadro economico disagiato, la mancanza della figura dei genitori, assenti dalla vita del bambino, ha permesso che le violenze continuassero a lungo.

Roversi MG.