Brasile, custode dà fuoco ad asilo nido: 4 bimbi morti, decine di ustionati

E’ di 4 bambini morti e di decine di feriti, il bilancio dell’assurdo gesto compiuto dal custode di un asilo nido in una scuola materna di Janauba, un municipio del nord dello Stato di Minas Gerais, in Brasile.

Stando alle prime ricostruzioni dei fatti, pare che l’uomo, un 50enne impiegato da otto anni presso la scuola, si sia versato addosso del liquido infiammabile dopo un diverbio con la dirigente scolastica. Prima di appiccare il fuoco, inoltre, avrebbe cosparso con lo stesso liquido alcuni locali attigui alla presidenza ed alcuni bambini, innescando poi l’incendio. Il sindaco di Janauba, Carlos Isaildon Mendes, ha dichiarato alla stampa che la tragedia avrebbe potuto essere ancora maggiore, considerando che “la stanza dei bambini si trovava nella sala accanto. Inoltre molti fra quelli più grandi sono stati in grado di fuggire per conto proprio”.

Al momento dell’insano gesto, nell’istituto si trovavano all’incirca 80 bambini. Una quarantina di essi sono stati portati un ospedale per ricevere assistenza. Intanto, gli agenti hanno fatto irruzione nell’appartamento dell’attentatore, scoprendo al suo interno un’altra scorta di taniche di benzina. Secondo le ricostruzioni effettuate, si sospetta che il custode soffrisse di disturbi mentali da almeno tre anni. Adesso bisognerà capire perché non fosse stato sollevato dal suo incarico. “La mia bambina era così buona, così intelligente”, ha dichiarato in lacrime Ana Clara Ferreira, madre di una delle piccole vittime. Dichiarati sette giorni di lutto cittadino mentre il responsabile di questa tragedia, identificato col nome di Damiao Soares, ora lotta tra la vita e la morte.

Giuseppe Caretta