Battisti, il Tribunale lo rimette in libertà. Almeno per ora

Cesare Battisti è di nuovo libero. Il Tribunale Regionale Federale della terza regione ha di nuovo rimesso in libertà l’ex terrorista, arrestato due giorni fa a Corumba, nel Mato Grosso do Sul.

La richiesta di habeas corpus avanzata dagli avvocati di Battisti è stata accolta dal giudice Josè Marcos Lunardelli.

Tuttavia, come sottolineano i media brasiliani, la decisione adottata dal tribunale federale con sede a San Paolo è da ritenersi provvisoria. Nel frattempo, però, Cesare Battisti può tornare in libertà: nelle prossime ore è prevista infatti la sua uscita dal carcere di Corumba. Come comunicato dai suoi avvocati difensori, Igor Sant’Anna Tamasauskas e Otavio Mazieiro, si sta lavorando per far sì che l’ex terrorista possa lasciare la galera già questa notte. In una nota alla stampa, i legali hanno precisato che si stanno prendendo “tutte le misure necessarie” affinchè ciò avvenga.

Ma dietro la liberazione di Battisti ci sarebbe in realtà un piano ben preciso per riportarlo in Italia. A sostenerlo sono alcuni media brasiliani, che sospettavano la possibilità che l’ex terrorista venisse imbarcato su un aereo della polizia federale direttamente da Corumba. Della vicenda ha parlato anche il ministro Orlando: “L’Italia – ha detto il Guardasigilli – intende muoversi con grande determinazione ma anche con grande cautela”.