Sinistra, che caos. Pisapia replica a Speranza: “Buon viaggio, prenderai il 3%”

Tra Articolo Uno e Campo Progressista sembra esserci sempre più distanza. Negli ultimi giorni si sono susseguite diverse dichiarazioni dei vari esponenti politici dei due movimenti sorti a sinistra in seguito alla ‘scissione’ interna del Partito Democratico e allo scioglimento di SEL. I vari interventi erano tutt’altro che ‘pacifici’: basti pensare a Pisapia che ha accusato D’Alema di essere fin troppo ‘divisivo’.

La nuova polemica vede protagonista ancora l’ex sindaco di Milano, che ha voluto replicare a Roberto Speranza (MDP): “Gli auguro buon viaggio, sono certo che ci ritroveremo in tante battaglie”, ha detto Pisapia, aggiungendo di non essere interessato ad un “partitino del 3%”. 

Parole forti, che l’ex sindaco di Milano ha pronunciato in seguito al pressing di Speranza, che ha evidenziato la possibilità di procedere nel percorso di formazione di una grande forza alla sinistra del PD “anche senza Campo Progressista”. Un concetto che evidentemente Pisapia non ha affatto gradito.

“Vogliamo dare il nostro contributo per un centrosinistra di governo – ha poi detto Pisapia ai giornalisti – capace di unire le anime diverse del centrosinistra: l’ecologismo, il civismo, il volontariato, l’associazionismo, tutte realtà che non devono essere utilizzate solo in campagna elettorale, ma devono diventare parte integrante di un centrosinistra di governo”.