Fine del mondo il 15 ottobre: tsunami, uragani e terremoti devasteranno la Terra

apocalisse
apocalisse

La fine del mondo è davvero alle porte? Secondo il numerologo cristiano David Meade sarebbe solo questione di giorni: già nelle scorse settimane si era diffusa l’ipotesi del 23 settembre quale giorno dell’apocalisse ma nulla è accaduto, tanto da portare un altro personaggio a fissare una nuova data, ovvero il 15 ottobre. Secondo Meade però il mondo non finirà a metà del mese di ottobre, si tratterà bensì dell’inizio di un devastante periodo lungo sette anni caratterizzato da una fitta serie di catastrofi come uragani, terremoti e tsunami, che devasteranno progressivamente il pianeta Terra fino a distruggerlo completamente.

 

Complottismo o verità? la teoria del numerologo collega l’ormai prossima apocalisse all’impatto di Nibiru contro il nostro pianeta; si tratta di un misterioso Pianeta X posizionato proprio ai margini del nostro Sistema Solare e la collisione con la Terra sarebbe solo questione di tempo. Occorre però sottolineare che la supposizione dello studioso, assolutamente convinto che il 15 ottobre sarà la data di ‘inizio della fine’, è legata sull’analisi dei numeri presenti nella Bibbia. Tanto è bastato perchè gli scettici rispondessero per le rime e perchè intervenisse la Nasa che con fermezza ha smentito l’esistenza del misterioso Nibiru. Meade non si ferma qui: oltre alla fine del mondo, il numerologo cristiano ha parlato di imminenti scambi nucleari tra i grandi paesi del mondo ed in particolare tra Corea Del Nord, Stati Uniti, Russia, Cina, Iran e Gran Bretagna..