Uomo ucciso a colpi di pistola da una ragazza di 20 anni a seguito di un litigio fra le famiglie

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:36

Alessandra Ballarò, 20 anni, si trova nella piazzetta sotto casa sua, mentre i suoi famigliari stanno litigando come al solito con i vicini, la famiglia Bua.

In un attimo, l’alterco si trasforma in tragedia quando la ragazza, dopo aver visto il padre prendere uno schiaffo da un membro dell’altra famiglia, si precipita in casa e ne esce con una pistola esplodendo almeno tre colpi. Il primo raggiunge il volto di Leonardo Bua che cade senza vita, mentre gli altri feriscono il fratello, Giuseppe Bua.

All’arrivo degli inquirenti la pistola è stata nascosta dai famigliari di Alessandra che hanno prima cercato di occultare l’arma del delitto per poi proclamarsi colpevoli. Ma un sistema di telecamere, proprio della famiglia Ballarò, ha ripreso l’intera vicenda permettendo così di ricostruire al meglio le dinamiche.

Alla base di questo rancore ci sarebbe una casa venduta dai Ballarò ai Bua, la quale, al loro dire, non è mai stata pagata.

Dopo un lungo interrogatorio la ragazza si è dichiarata colpevole e adesso si trova al carcere Pagliarelli accusata di omicidio volontario.

Mario Barba

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!