Imperia, Lidl toglie croci dalla foto per non turbare “altre religioni”: è polemica

Chissà cosa hanno pensato gli abitanti del borgo di Dolceacqua, piccolo comune in provincia di Imperia, quando si sono accorti che in quelle foto mancava qualcosa dalla loro amata Chiesa di Sant’Antonio Abate. Dalle immagini erano infatti sparite le due croci che sormontano l’edificio religioso.

A far sparire il simbolo cristiano è stata la catena di supermercati Lidl, che ha utilizzato la foto come poster promozionale in uno dei suoi punti vendita a Camporosso (Imperia). Grazie al programma “Photoshop”, sono state eliminate le croci per non turbare i fedeli di altre confessioni religiose, che a Camporosso non sarebbero pochi.

La vicenda ha scatenato già un mare di polemiche. Sulla questione è intervenuto anche il sindaco di Dolceacqua, Fulvio Gazzola, che ha sottolineato come si sarebbe potuto utilizzare il castello Doria come sfondo per il poster promozionale ed evitare così un ‘taglio’ davvero sgradito.

“Avevo segnalato la cosa al supermercato, chiedendo di cambiare il pannello con la foto, ripristinando le croci della chiesa – ha aggiunto il primo cittadino – Mi avevano risposto che era una immagine provvisoria, in bianco e nero, e di aspettare. Ora ho atteso, ma non è successo nulla”.

Gazzola non ha dubbi: “Se vogliono utilizzare la foto, e non può che farci piacere, devono rispettare la realtà dei fatti: sulla chiesa ci sono le croci”.

 

Notizie Correlate

Commenta