Abusa del fratello per compiacere una ragazza, ma in realtà era un pedofilo

Il pericolo rappresentato dai social network si manifesta in maniere sempre diverse, nell’ultima trappola è caduto un diciassettenne lombardo trasferito da poco in Gran Bretagna con la famiglia: il giovane aveva conosciuto una ragazza su Facebook, estasiato da quello che sembrava il suo aspetto si era infatuato al punto che avrebbe fatto qualsiasi cosa per conquistarla. Il pericoloso gioco erotico era cominciato con uno scambio consensuale di foto erotiche (non è ancora chiaro se il pedofilo sotto falso utilizzasse foto di minorenni reali estorte a ragazzine conosciute sui social o scaricate dal web).

Con il passare del tempo lo scambio di materiale è divenuto sempre più frequente e le richieste della sedicente diciassettenne sempre più perverse ed insolite. Un giorno la richiesta ha superato ogni limite: il falso contatto ha chiesto al ragazzo di abusare del fratello più piccolo e di filmare l’abuso. L’ingenuo ragazzo ha esaudito il desiderio e dopo quel giorno i contatti si sono interrotti. Negli scorsi giorni la polizia italiana ha recapitato alla famiglia del ragazzo un mandato di comparizione per interrogare il giovane sull’accaduto. Questo ha subito confessato il suo reato, confermando il risultato delle indagini. Il pedofilo, infatti, era stato arrestato lo scorso luglio ed è sospettato di aver adescato diversi minorenni, tra questi ci sarebbero anche delle ragazze ma per la maggior parte di parla di minorenni e bambini.

F.S.

Notizie Correlate

Commenta