Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Facevano sesso con minori e si scambiavano immagini online: coinvolto anche un...

Facevano sesso con minori e si scambiavano immagini online: coinvolto anche un magistrato

Utilizzavano una piattaforma di voip criptato per scambiarsi immagini di bambini. L’agghiacciante rete di pedofili è stata scoperta dalla polizia postale di Bolzano. Sono stati poi i colleghi della Polizia di Trento ad arrestare dieci persone e ad eseguire 47 perquisizioni, da cui è emerso molto materiale informatico prodotto durante rapporti sessuali con minori.

Nell’inchiesta risulta coinvolto anche un magistrato della Corte d’Appello di Reggio Calabria, Gaetano Maria Amato, 58 anni: la notizia del suo arresto era stata già diffusa lo scorso 2 ottobre. Un’indagine che è partita un anno e mezzo fa dopo aver analizzato il pc di un 40enne altoatesino, residente in Val Pusteria.

Gli investigatori della Polizia delle Comunicazioni rinvenirono all’interno del dispositivo un intenso utilizzo dell’applicazione Voip, oltre ad una rubrica composta da un centinaio di contatti dislocati su tutto il territorio nazionale.

Il lavoro delle forze dell’ordine ha permesso di ricostruire moltissime conversazioni dove emergeva “la morbosità degli interlocutori nei confronti di pratiche sessuali con minorenni”. Il fulcro di tutto era proprio il 40enne altoatesino, che in rete disponeva di circa cento contatti.

La produzione e condivisione di materiale illecito era diffusa su tutto il territorio nazionale, toccando Trentino Alto Adige, Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Lazio, Abruzzo, Puglia, Campania, Sicilia e Sardegna.