Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Sacerdote italiano sequestrato in Nigeria: Farnesina in allerta

Sacerdote italiano sequestrato in Nigeria: Farnesina in allerta

Il sacerdote italiano della diocesi di Roma Don Maurizio Pallù, nella mattinata di ieri è stato bloccato, insieme ad altre 3 persone, da un gruppo armato mentre si stava recando a Benin city, in Nigeria.

I quattro sono stati fermati e rapinati di tutti i loro averi e il sacerdote, che si trova in missione in Nigeria da tre anni, è stato rapito.

Appartenente al Cammino neocatecumenale, secondo quanto riportato da Avvenire, Padre Pallù ha 63 anni, è originario di Firenze ed stato missionario laico per 11 anni in diversi Paesi del mondo.

Nel 1988 era entrato in seminario al Redemptoris Mater di Roma e, dopo avere operato come cappellano in due parrocchie romane, era stato inviato in Olanda, dove era diventato parroco nella diocesi di Haarlem.

Da “presbitero itinerante” della “Fondazione Famiglia di Nazareth” per l’evangelizzazione itinerante, Don Maurizio era partito per l’Africa, diffondendo il Cristianesimo nell’arcidiocesi di Abuja, in Nigeria.

In seguito all’accaduto è stata allertata l’unità di crisi della Farnesina e il gruppo Antiterrorismo della Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine, affidata al pubblico ministero Sergio Colaiocco.

Si sospetta che il gruppo armato sia affiliato ai terroristi di Boko Haram, attivi in Africa.

MDM