Suicida a 16 anni dopo aver visto il suo migliore amico ucciso dal branco

Il quotidiano britannico online MetroNews, ha riportato la notizia secondo cui una adolescente di 16 anni si è tolta la vita dopo aver visto morire il suo migliore amico, ucciso a botte da un gruppo di uomini all’esterno di un punto vendita Tesco Express, in Gran Bretagna.

Jack Gudge, 17 anni, nel Luglio del 2016 era spirato tra le braccia di Ciara Witt, dopo essere stato brutalmente picchiato da una gang; il ragazzo aveva riportato gravi lesioni cerebrali e si era accasciato, morto, sull’amica.

Evidentemente la ragazza, già segnata da una esistenza problematica, non ha retto al dolore della perdita: il 4 Novembre dello scorso anno, Ciara si è uccisa nel garage di casa a Bournemouth, nel Dorset.

Il corpo esanime della giovane è stato ritrovato il giorno successivo da un quindicenne amico della ragazzina, Dean Diffey.

Ciara, hanno poi rivelato gli inquirenti che hanno indagato sulla vicenda, soffriva di disturbi dell’umore e in precedenza aveva già compiuto atti di autolesionismo, paventando più volte anche il suicidio.

MDM