Squalo di 400 anni nuota pigro nel gelido Artico: è l’animale più vecchio del mondo

In Groenlandia esiste un esemplare di squalo che, secondo i ricercatori, supererebbe i 400 anni di età.

Si tratta del Somniosus microcephaus, tale è il nome scientifico di questo vertebrato la cui vita media, in base alle stime dei biologi marini di Danimarca, Norvegia e Groenlandia, si aggirerebbe intorno ai 270 anni.

La scoperta di questo mammifero fu del tutto accidentale: un esemplare di Somniosus microcephalus – che sono soliti nuotare indolenti nelle profondità dell’Artico -, finì per errore nella rete di un pescatore.

L’animale più vecchio del mondo – batte infatti la balena artica (Balena mysticetus), che arriva a 211 anni e la tartaruga delle Galapagos, che sopravvive fino a 177 anni -, è nato durante il regno di Giacomo I d’Inghilterra; era poco più che “adolescente” all’epoca di Cartesio e quando scoppiò il “Grande Incendio di Londra”.

Questo veterano dei mari – che può raggiungere i 6-7 metri di lunghezza -, dovrebbe la sua longevità alle acque costantemente intorno agli zero gradi centigradi, al grande freddo di quelle latitudini, che lo hanno preservato per secoli, e alla sua crescita particolarmente lenta.

Gli scienziati hanno scoperto anche che la sua pubertà dura almeno 150 anni, quindi la sua maturità sessuale comincia molto tardi.

Oltre che in Groenlandia, i Somniosus microcephalus si possono trovare al largo dell’Inghilterra, della penisola scandinava, del litorale francese che si affaccia sull’Atlantico e in alcune zone intorno alle coste del Nord America.

MDM