Ultim’ora uragano Ophelia: domani l’impatto sulle isole Britanniche

E’ stato declassato a categoria 2 l’uragano Ophelia, la quindicesima tempesta tropicale della stagione in Atlantico, che starebbe per colpire anzitutto l’Irlanda.

Il ciclone starebbe lasciando i caldi mari tropicali delle Azzorre e gradualmente perdendo forza. Il che, però, non ne ridurrebbe la pericolosità.

Considerato il più forte uragano di origine tropicale degli ultimi 50 anni, Ophelia ha preso una rotta insolita, perché la tempesta si è formata più a nord rispetto a dove si formano i cicloni di tipo tropicale e quindi, invece di attraversare i Caraibi – già devastati nelle scorse settimane -, tende a risalire verso nord-est, fino a quando non impatterà, domani 16 Ottobre, sulle isole Britanniche.

Qui i venti potranno raggiungere oltre i 130/150 chilometri orari, con probabili alluvioni e forti mareggiate.

Quasi certamente le coste iberiche e portoghesi saranno risparmiate dalla furia dei venti di Ophelia, come pure la Bretagna.

Intanto sull’Europa domina un super anticiclone, che sta portando temperature elevate e caldo fuori stagione su gran parte del Vecchio Continente.

L’alta pressione resisterà almeno fino alla prima metà della prossima settimana.

MDM