Anziani legati con legacci e corde alle sedie a rotelle nella residenza di cura, quattro denunce a Torino 

Passavano le loro giornate legati alle sedie a rotelle in una residenza per anziani non autosufficienti in via Spalato, a Torino. I carabinieri del NAS, dietro segnalazione di un collaboratore, hanno fatto ingresso nella residenza ed hanno effettivamente trovato gli anziani legati alle loro sedie a rotelle. Così, 4 persone sono state denunciate per maltrattamenti: sono la direttrice sanitaria e di responsabili operativi che ora sono al centro dell’inchiesta coordinata dal pm Vincenzo Pacileo.

Secondo gli accertamenti dei Gas, quasi tutte le persone presenti erano fermate e legate sulle loro sedie a rotelle con cinture e legacci. Ma queste misure possono essere concesse occasionalmente solamente dagli operatori sanitari a tutela dei pazienti, solo previa autorizzazione, nel caso in cui gli ospiti possano essere pericolosi e ferirsi: in tutti gli altri casi l’uso di cinghie di contenimento è solamente una procedura di maltrattamento degli anziani.

La casa di cura fa capo all’Asl To1 ed è gestita in appalto dalla cooperativa Kcs Caregiver. La struttura continua ad essere aperta perché, a parte questa brutta vicenda, non ci sarebbero anomalie nella gestione della struttura o situazioni di sporcizia o incuria nei confronti dei pazienti che vi erano ospitati.

Roversi MG.