Giallo a Varese: scomparsa una ventenne nel “Bosco della Droga”

Continuano le ricerche di Dafne, ventenne di Gallarate scomparsa sabato scorso in circostanze non chiare. La ragazza, stando alla versione data da un giovane li presente, si trovava in un bosco nella zona di Marnate (Varese) frequentato da pusher e immigrati (sopratutto magrebini) in cui i ragazzi della zona si riforniscono di sostanze stupefacenti. Secondo quanto riferito dal giovane ai carabinieri, la ragazza di trovava nel bosco quando lui è andato a rifornirsi di sostanze stupefacenti: il giovane dice di essere arrivato nel luogo a bordo della sua mercedes e di essersi inoltrato nel bosco per effettuare la compravendita; qualche istante dopo si è accorto che la sua auto aveva inspiegabilmente preso a fuoco.

In quel frangente il ragazzo è andato in strada ed ha fermato un passante affinché questo lo aiutasse a chiamare i vigili del fuoco per estinguere l’incendio, ma subito dopo sarebbe stato aggredito da due nord africani, gli stessi che a suo dire hanno portato via la ventenne. Il racconto del giovane, però, non convince i carabinieri, il ragazzo infatti ha cambiato più volte versione su quanto accaduto quel giorno ed il sospetto è che lui sia coinvolto nella sparizione della ventenne. Le indagini proseguono a ritmo serrato, diverse squadre di ricerca sono state impegnate nel bosco di Marnate alla ricerca di indizi e tutti i frequentatori abituali della zona sono stati ascoltati senza alcun risultato.

F.S.