Difende la casa dai ladri, cane massacrato di botte: potrebbe restare paralizzato a vita

Ha fatto il suo dovere, ha cercato di difendere la sua casa dai ladri, e per questo motivo i malviventi l’hanno massacrato di botte, quasi riducendolo in fin di vita e rendendolo disabile. Il terribile fatto ai danni di un cagnolino è avvenuto a Ladispoli, nel quartiere Cerreto. Il fatto è stato poi riportato da un sito animalista che ha denunciato quanto avvenuto.

Il cane meticcio dei padroni di casa aveva trovato i ladri nel giardino, mentre cercavano di intrufolarsi in casa: ha cominciato ad abbaiare ed allora è stato letteralmente massacrato di botte. Il cane, con bacino e gambe fratturate, è stato ricoverato in condizioni gravi in una clinica veterinaria. Secondo i veterinari ci sono seri rischi che possa non camminare mai più.

Il cane avrebbe tentato in ogni modo di difendere la sua casa, abbaiando contro gli estranei, cercando di morderli: i ladri lo hanno preso a bastonate, probabilmente, e quindi sono fuggiti a mani vuote ma lasciando dietro di loro il povero cane ferito. I padroni, tornati a casa, hanno trovato la porta aperta ed il povero cagnolino che si lamentava sul pavimento. Il cane ora è ricoverato nella clinica e fortunatamente è rimasto in vita, per quanto la sua situazione clinica sia ancora preoccupante; i padroni hanno deciso di denunciare questo barbaro fatto.

Roversi MG.