Brescia, militante della Lega Nord preso a calci e pugni da quattro uomini: 20 giorni di prognosi 

Se l’è vista brutta Salvatore Comberiati, un militante della Lega Nord di Montichiari che domenica mattina stava facendo pubblicità con un camion a Rivoltella, sempre per conto del suo partito. L’uomo ha scoperto a sue spese che l’odio politico in Italia c’è, ed è più acceso che mai: infatti è stato aggredito prima con dei sassi, che sono stati scagliati contro il suo furgone. Quando si è fermato per capire cosa stava succedendo, quattro individui lo hanno costretto a scendere dal camion, insultandolo.

I quattro lo hanno insultato pesantemente per la sua appartenenza politica, confermando così che l’aggressione è avvenuta per motivi essenzialmente politici.
Salvatore Comberiati ha cercato di difendersi ma gli aggressori, essendo in quattro, hanno avuto la meglio e l’hanno mandato in ospedale con ecchimosi varie e con lussazione del ginocchio: venti giorni di prognosi per l’uomo.

La polizia di Stato sta svolgendo le verifiche ma sembra che nel tratto in questione non ci fossero telecamere e quindi le indagini proseguono con la descrizione che Salvatore Comberiati ha fatto dei quattro ceffi. Intanto è arrivata anche la solidarietà di Matteo Salvini per Salvatore Comberiati: “Cercano di fermare la Lega in tutti i modi, anche con la violenza” ha scritto su Facebook il leader della Lega Nord.

Roversi MG.