“Io vendo erba, Italia è mafia” arrestato il pusher che confessò di spacciare in diretta tv

Alle dieci del mattino nella piazza piena di gente della stazione centrale di Milano, in Piazza Duca d’Aosta, aveva cominciato a minacciare i passanti con una bottiglia di birra. Quando i carabinieri si erano avvicinati a lui per fermarlo, si era scagliato anche su di loro. Ora Cham Saihou, cittadino gambiano 19enne con precedenti penali, è stato arrestato dal commissariato Garibaldi Venezia giovedì scorso. Il giovane era stato visto litigare dagli agenti con un uomo, fuori dalla stazione centrale di Milano, sempre con la sua bottiglia di vetro in mano.

Quando i poliziotti si sono avvicinati per capire quale fosse la causa del litigio, avevano scoperto che l’alterco era dovuto ad un dissidio circa i prezzi della droga. Il 19enne ha aggredito gli agenti ed è stato arrestato con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale e detenzione di droga ai fini di spaccio. Nei calzini aveva dieci grammi di erba. Ma il 1 giugno aveva confessato in diretta tv a ‘Dalla vostra parte’ (trasmissione di Rete 4 diretta da Maurizio Belpietro) che nella vita non faceva niente, se non spacciare erba.

Qua non mangiare bene, io dormire in strada” aveva detto all’intervistatore in un italiano impreciso “Italia sporco, non abbiamo documenti, non abbiamo lavoro, non abbiamo niente. Io sto qua tutto il giorno, Italia mafia. Io vendere erba. Io vendere canna perché soldi non ce l’ho, lavoro non ce l’ho. Guadagno 50 o 40 euro al giorno, qua pericoloso perché tanta mafia Italia”.

Roversi MG.