Corleone, bambini maltrattati, insultati e presi a schiaffi: maestra d’asilo sospesa per un anno 

Alla fine è stata prima messa in carcere con l’accusa di maltrattamenti, poi alla fine di un caso estremamente discusso, la maestra di Corleone accusata di aver maltrattato i piccoli dell’asilo è stata sospesa dal lavoro per un anno.
La vicenda risale a tempo fa, quando una madre depositò una denuncia: suo figlio lamentava di essere preso a schiaffi e trattato malissimo dalla sua maestra della scuola materna.

Poi venne installata una videocamera per riprendere quello che la donna faceva durante le ore di asilo: fu la Procura di Termini Imerese a decidere di mettere le telecamere nascoste nella classe incriminata per controllare la veridicità delle denunce. E allora ancora schiaffi, rimproveri aspri e crudeli continui, scatti d’ira, punizioni inadeguate anche per piccoli gesti come per esempio un giocattolo caduto per terra.

L’insegnante 54enne della città in provincia di Palermo è stata immortalata dalle videocamere mentre maltrattava i bambini ed infine la Corte ha deciso per la sospensione.
Dopo la prima denuncia, i Carabinieri hanno deciso di approfondire le indagini ed una volta che hanno raccolto sufficiente materiale per poter denunciare la donna, l’hanno fatto.
Il Riesame del Tribunale di Palermo ha accolto il ricorso della Procura, ed ha aggiunto la sospensione dai pubblici uffici e l’interdizione per un anno da tutte le attività inerenti al suo incarico.

Roversi MG.