Marcia su Roma, Forza Nuova rinuncia a corteo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:52

Forza Nuova si arrende. Il movimento di estrema destra ha infatti rinunciato alla “Marcia su Roma” in programma il prossimo 28 ottobre nella Capitale per festeggiare l’anniversario della più famosa marcia dei fascisti di Mussolini nel 1922.

Il divieto da parte della Questura ha convinto gli organizzatori a desistere e ad evitare di scendere comunque in piazza. Come spiegato dalla stessa Questura di Roma, “i promotori si sono presentati comunicando nuove modalità di svolgimento dell’iniziativa, che sono oggetto di adeguate valutazioni il 28 ottobre, quindi, non si terrà nessun evento”.

Tuttavia, nonostante la momentanea rinuncia, Forza Nuova ha tutte le intenzioni di fare la “marcia” e sta valutando l’ipotesi di svolgerla in un’altra data. Il leader del movimento di estrema destra, Roberto Fiore, ha fatto sapere che si stanno cercando soluzioni “per risolvere l’impasse”.

“Fino a venerdì mattina non sciogliamo la riserva – aggiunge Fiore – c’é un importante appello firmato da La Russa (parlamentare di Fratelli d’Italia, il partito guidato da Giorgia Meloni) e dal generale Bertolini con cui si chiede di tenere il corteo il 28 ottobre”.

L’ipotesi più probabile è quella di posticipare l’iniziativa al 4 novembre, giorno in cui si celebra l’Unità nazionale e delle forze Armate. Il luogo della manifestazione dovrebbe essere sempre la zona Colosseo Quadrato all’Eur.