Scoperte alle Bahamas due piramidi sommerse: potrebbero essere di origini aliene

Il “cacciatore di alieni” Scott C. Waring, avrebbe individuato, sotto le isole Bahamas, due antichissime piramidi di probabile natura extraterrestre.

Pubblicata sul suo blog, UFO Daily Sightings, la sensazionale notizia, in poco tempo, ha fatto il giro del mondo.

Secondo Waring le piramidi sommerse, di probabile origine aliena – la prima con una struttura a tre facce, la seconda molto simile alle ziggurat dei Maya in Messico, con un vertice a punta -, larghe 100 metri e alte 60, si troverebbero a poco più di 6 chilometri e mezzo a sud dell’isola di New Providence, nelle Bahamas, non lontano dalla Florida, e proverebbero che le isole vicine sarebbero state abitate da un antico popolo simili ai Maya o agli Aztechi.

Waring, che vive e gestisce il suo sito a Taiwan, ritiene che le misteriose costruzioni potrebbero provenire da un’antica civiltà, oppure essere state costruite dagli extraterrestri, 50 o addirittura 100 milioni di anni fa, ed essere le piramidi più antiche della Terra.

MDM