Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Bimbo di 2 anni muore schiacciato da cassettiera Ikea: la famiglia fa causa all’azienda

CONDIVIDI

Il suo nome era Jozef Dudek, era un bimbo di soli 2 anni che ha perso la vita schiacciato da un mobile che si è ribaltato ed è caduto su di lui mentre dormiva.
Il piccolo, statunitense, stava dormendo quando la cassettiera Malm si è rovesciata su di lui, schiacciandolo. Si tratta dell’ottava piccola vittima dei mobili Ikea, la quarta uccisa proprio dal modello Malm.

La morte di Jozef Dudek è avvenuta il 24 maggio 2017 a Buena Park, California, ma è stata resa nota solo ora perché la famiglia del piccolo ha deciso di citare Ikea in giudizio, accusandola di non aver pubblicizzato con sufficiente accortezza i pericoli che quel modello di cassettiera, se non ancorata al muro, rappresentava per i bambini.
Prima di lui in un periodo di tempo compreso fra il 1989 ed il 2014, altri sette bambini erano rimasti uccisi in incidenti con i mobili Ikea, e 36 feriti.
Una lista davvero lunga che ha portato tante persone a farsi delle domande, e anche l’Ikea stessa. Quell’anno l’azienda ha ritirato dal mercato 30 milioni di cassettiere Malm ed aveva risarcito le famiglie delle ultime tre vittime con 50 milioni di dollari. In Italia, però, queste cassettiere continuano ad essere vendute.

“La morte di Jozef poteva essere tranquillamente evitata, sono sconvolto. Ciò che rende ancora più agghiacciante questa tragedia è il fatto che Ikea ha scarsamente pubblicizzato il ritiro del prodotto e non ha spiegato adeguatamente che questo prodotto è instabile e che quindi, per proteggere i più piccoli, va fissato al muro e tenuto fuori dalle loro camerette. La famiglia Dudek non sapeva assolutamente che quella cassettiera era stata ritirata” ha detto l’avvocato Daniel Mann che difende questa ed altre famiglie vittime degli stessi incidenti.

Roversi MG.