Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Macron choc: “Operai in sciopero? Farebbero meglio a trovarsi un lavoro”. E rifiuta di scusarsi

CONDIVIDI

È già contestazione contro il Presidente francese Emmanuel Macron, che con la sua politica del lavoro iper liberista ha già scatenato scioperi e proteste in tutta la Francia.
E si è fatto sfuggire anche delle parole abbastanza offensive nei confronti di alcuni uomini che scioperano per non perdere il lavoro. Il fatto è avvenuto due settimane fa in una fabbrica a Corrèze, Francia centrale.

Durante una visita Macron ha detto ad un amministratore del luogo che gli operai che stavano manifestando “invece di piantare casino, farebbero meglio a cercarsi un lavoro”. Parole scioccanti nei confronti di uomini e donne con famiglia che esercitano un loro diritto per salvare il loro lavoro. Ma cosa che preoccupa di più, sono parole indicative di un atteggiamento di freddezza e di massimo distacco emotivo da uno dei problemi più grandi dell’Europa odierna: la disoccupazione.

Le opposizioni si sono logicamente scatenate: l’ex braccio destro dell’FN ha parlato di ‘disprezzo di classe’, il vice di France Insoumise ha parlato di parole ‘vergognose’.
Per 6 francesi su 10, con queste parole Macron ha insultato i lavoratori ed il 57% degli intervistati si è detto ‘scioccato’ dalle parole.
In tutto ciò Macron non solo non s’è scusato, ma ha chiesto ai giornalisti di concentrarsi sui ‘problemi reali’.
Ma non c’è da stupirsi. La sua anima iperliberista Macron non l’ha mai nascosta neppure durante le elezioni. I francesi hanno preso il pacchetto completo.

Roversi MG.