Home Tempi Postmoderni Curiosità Germania: cerca di evitare la multa usando un pene finto per l’analisi...

Germania: cerca di evitare la multa usando un pene finto per l’analisi delle urine

Alla creatività (o follia) umana non c’è limite: un motociclista, ha cercato di farla franca usando un sex toy al posto del suo pene, per sfuggire ad una multa.

E’ successo in Germania: il ventiseienne motociclista è stato fermato dalla polizia ed invitato ad accostare, con il sospetto che fosse sotto effetto di sostanze illecite. Alla richiesta di un campione di urine, per scampare alla sorte, ha usato un curioso espediente, estraendo un falso pene in silicone che aveva precedentemente attaccato al cavallo.  Stando alla testimonianza degli agenti di polizia di Rhineland-Palatinate in Kaiserslautern, l’aggeggio in questione era collegato ad una sacca di liquido che, riversatosi nel bicchierino da analisi, al momento poteva essere scambiato per urina, ma che non ha convinto gli agenti.

Sospettando che il ragazzo si stesse prendendo gioco di loro, hanno iniziato a perquisirlo e hanno trovato un falso fallo attaccato ai genitali. Una volta scoperto il trucchetto, il ragazzo si è visto alle strette ed ha confessato di aver assunto della cannabis e anfetamine, quindi i poliziotti hanno preteso un vero e proprio test del sangue per sicurezza, anziché l’analisi delle urine.

Il caso è attualmente sotto investigazione: la polizia cercherà di stabilire un giusto provvedimento o una multa per il comportamento del motociclista.
Non si tratta di un caso isolato, anzi altri avevano spacciato il giocattolo per il proprio organo genitale maschile: l’ex campione del mondo di pesi massimi Mike Tyson ha ammesso di usare un pene falso per tutta la sua carriera, mentre il corridore italiano Devis Licciardi è stato scovato con un dispositivo Whizzinator nel 2013, per “fregare” i test anti droga.

M.Valentina Colasuonno