Home Notizie di Calcio e Calciatori

Il rigore più assurdo della storia consegna loro la finale -VIDEO

CONDIVIDI

La semifinale della Coppa nazionale thailandese di calcio è stata avvincente e combattuta al punto da portare le due squadre contendenti ai calci di rigore. Anche durante la fase dei penalty a regnare è stato l’equilibrio, i calciatori delle due compagini si sono dimostrati infallibili e si è arrivati fino al 19 pari. L’epilogo di una sfida così entusiasmante non poteva che essere clamoroso e così è stato per il modo in cui il Bangkok Sports Club è passato in finale ai danni del Satri Anghtong.

L’ultimo rigore battuto dalla squadra di Bangkok, infatti, ha del clamoroso e si configura come il gol più divertente della storia: il tiratore si presenta dagli undici metri prendendo una ricorsa breve; determinato a non sbagliare, calcia di sola potenza senza curarsi di direzionare il tiro, ma questo si infrange contro la traversa. Il portiere avversario, convinto che il pallone sia uscito, corre fuori dalla porta come una furia per andare ad esultare con i compagni di squadra, ma per sua sfortuna il pallone rimbalza sul rettangolo di gioco ed entra nella porta sguarnita.

L’esilarante rigore è stato filmato da uno dei tifosi del Bangkok Sport Club che, dopo aver esultato stropicciandosi gli occhi dall’incredulità, la sera stessa ha pensato bene di condividerlo sul web come goliardico sfottò agli avversari, acuendo l’umiliazione che il malaugurato portiere thailandese si è visto costretto a subire a causa della sorte. L’autore del video diventato virale, Phakawat Kunpatee, è stato intervistato dai media locali ai quali ha detto: “I rigori sono andati avanti a lungo. Entrambe le squadre mettevano a segno ogni tiro dimostrando grande qualità. Tutti pensavano ormai che una delle due squadre avrebbe perso quando un tiratore avversario avrebbe sbagliato un tiro. Quindi quando è successo sembrava che la partita fosse conclusa ed il pubblico stava già esultando. Ma il pallone ha rimbalzato sul rettangolo di gioco tornando verso la porta, il pubblico se n’è accorto ma il portiere no“.

F.S.